Il cielo in una pancia

con Alessandra Faiella
di Francesca Sangalli
regia Andrea Lisco

assistente alla regia Sara Novarese
scene Giovanna Angeli
disegno luci Alessandro Tinelli
fonico Giulio Fassina
Produzione CMC/Nidodiragno e Festival delle Lettere

 

Sinossi

Molto più spesso di quanto crediamo, la pancia rivela le nostre vere emozioni, è sincera anche quando vorremmo mentire a tutti (noi stessi compresi) a volte determina le nostre decisioni.

La pancia ci segue dall’infanzia e non è capace di tacere: accompagna i nostri giochi preferiti da bambini, ci fa ridere, cova i nostri desideri, si tende o si rilassa a seconda delle prove che dobbiamo superare, ci fa sentire innamorati.

Alessandra Faiella, con la sua comicità spiazzante, ci accompagna in una raccolta di episodi della vita di una donna: da quando era bambina, poi adolescente, infine madre. Tutta la sua vita è raccontata tenendo presente il punto di vista della sua pancia, che ha conservato ricordi e sensazioni d’amore, momenti di gioia, di paura, di dolore.  E’ una pancia femminile, capace di far accadere eventi straordinari: capace di ospitare e crescere un nuovo essere umano.

Ogni tappa del racconto racchiude una sensazione, un dialogo con quella parte di noi che è al centro del nostro corpo e che è così misteriosa. Eppure il linguaggio sa perfettamente il valore della nostra pancia nella vita: basti vedere quante volte usiamo metafore come “avere le farfalle nello stomaco, ridere di pancia, decidere di pancia, avere il pelo sullo stomaco, questo qui non lo digerisco, la cosa non mi va giù”?

Il quadro che emerge dal racconto è comicissimo e spiazzante: ognuno di noi è un individuo separato in due, quale dei due cervelli vincerà?

Promo video

Tournée

Milano (MI) – UniCredit Pavilion/WeWorld Festival, 24 novembre 2018

Pinzolo (TN) – Cinema Teatro PalaDolomiti, 23 febbraio 2019

Peschiera Borromeo (MI) – Teatro De Sica, 31 dicembre 2019

Nota biografica

Alessandra Faiella
Si diploma alla scuola “Quelli di Grock” e dopo aver recitato per molti anni a teatro esordisce in televisione nel 1996 nella trasmissione Producer, condotta da Serena Dandini, con la quale lavora anche al Pippo Chennedy Show e a Comici. Partecipa a Zelig – facciamo cabaret, Mai dire domenica, Bulldozer, Glob e Markette.
Debutta al cinema a fianco di Luciana Littizzetto nel 1999 con il film La grande prugna. Contemporaneamente alla sua attività televisiva e teatrale esordisce come scrittrice pubblicando tra gli altri Il lato B per Fazi Editore e La versione di Barbie per Mondadori.

Galleria fotografica