LOVE ME TENDER

di Renata Ciaravino e Shi Yang Shi
con Shi Yang Shi
e la partecipazione di Marco Ottolini
regia Marcela Serli
produzione Nidodiragno/CMC / S.Y.S

scene Maria Spazzi e Marina Conti
costumi Angelo ‘Yezael’ Cruciani
assistenti alla regia Noemi Bresciani e Barbara Bedrina
foto Laila Pozzo

si ringraziano
SUQ Festival (Genova) / Luca Confortini – Del Fuego Management
Teatro Argomm (Milano) / Teatro Magro (Mantova) / Teatro Sociale di Valenza (AL)

Sinossi

‘Love-me tender’ racconta la storia di Marco, un ragazzo sensibile, come molti altri.
Cresciuto, come tanti, nonostante i ‘buchi’ di un’infanzia apparentemente ordinaria.
Marco vuole essere amato; Marco non riesce ad amarsi;
Marco convive con un continuo bisogno di conferme.
Ha un disperato bisogno di colmare un amore mai ricevuto.
Per sopravvivere cercherà una via di fuga nel sesso ma sarà solo l’inizio d’una caduta verso un vuoto ancora più profondo.
Sull’orlo dell’irreparabile Marco troverà il coraggio di non annegare e di chiedere aiuto.
Perché Marco ha ancora voglia di sorridere, di vivere e di sognare.
Perché Marco tornerà ad amare.
Alla fine, teneramente.

Tutte le dipendenze nascono da quella affettiva.
LOVE ME TENDER è uno spettacolo teatrale che parla della ‘madre’ di tutte le altre dipendenze: disturbi alimentari, azzardopatia, tossicodipendenze, alcolismo, IAD (internet addiction disorder), pornodipendenze, etc.
Se ne parla poco, proprio perché è un fenomeno estremamente diffuso.
La dipendenza affettiva è infatti un disturbo che può coinvolgere tutti, anche chi non ne è cosciente.

Tournée

Milano – Pride Square, 25 giugno 2021 (presentazione)

Genova / SUQ Festival, 2 settembre 2021 (anteprima)

Trieste – Teatro Fabbri, dal 28 al 30 ottobre 2021

Video

PER SOSTENERE IL PROGETTO Clicca qui

Non a caso LOVE ME TENDER nasce in una condizione estrema, in cui la pandemia globale ci ha costretti a condividere tempo e spazio con le stesse persone e ci ha isolati dal mondo esterno.
La dipendenza affettiva si ciba di bisogni e ansie latenti e genera dolori così profondi che solo l’attaccamento morboso verso qualcosa sembra placare.
Ma la soluzione può essere solo frutto di uno straordinario percorso di rinascita.
‘Love-me tender’ è un contributo a quel percorso, per smascherare le cause di quell’insaziabile sofferenza che ci lega al passato e troppo spesso ci impedisce di vivere il presente e vedere un futuro.
Un percorso alla ricerca di una verità alla quale ci si può avvicinare grazie all’arte.
Scritto a quattro mani da Shi Yang Shi e dalla drammaturga Renata Ciaravino dopo una profonda indagine sul campo, ‘Love-me tender’ sarà uno spettacolo forte che rompe dei tabù; perché solo l’arte può cambiare lo stato delle cose.
Perché credere nell’arte è come credere nell’amore.


Scarica la scheda in pdf