CENANDO, CENANDO

C’ERAVAMO TANTO ILLUSI…MA NEMMENO POI COSI TANTO
(omaggio a Ettore Scola)
Uno spettacolo CULTINPOP

scritto da Walter Leonardi, con Flavio Pirini e Paola Tintinelli
con Walter Leonardi, Flavio Pirini, Paola Tintinelli
collaborazione alla drammaturgia Renata Ciaravino
collaborazione artistica Renato Avallone
regia dWalter Leonardi

organizzazione generale Marta Ceresoli
produzione Buster e CMC/Nidodiragno
con la collaborazione di Elsinor/Teatro Fontana di Milano

Sinossi

Tre amici ventenni.
Due uomini e una donna, la sera del 9 novembre dell’89, davanti a un piatto di risotto ai funghi, assistono a quello che sarà l’evento storico più importante del ‘900 dopo la Seconda Guerra Mondiale: La Caduta del Muro di Berlino. 

Esaltati, sconvolti, entusiasti, da un futuro finalmente senza frontiere e senza più guerra fredda, spinti dall’afflato tipico dei ventenni, decidono di tenere una specie di diario collettivo e aggiornarlo dandosi appuntamento per una cena ogni dieci anni.
Il patto viene in qualche modo rispettato.
Per strani casi del destino gli appuntamenti saranno sempre onorati e per ironia del fato, avranno luogo in concomitanza con eventi storici di portata mondiale: crolli di muri, crolli di torri, elezioni di presidenti di “colore” e pandemie faranno da sfondo a ogni cena e al loro intreccio di vite.

Negli anni utopie e speranze, mutano in compromessi e meschinità; inesperienza e ingenuità evolveranno in consapevolezza e sapere.
L’amore, i tradimenti, la gioia e la tragedia del loro rapporto trentennale racconta una generazione sempre in bilico, in ritardo o anticipo, ma mai contemporanea ai suoi tempi.

Ci sarà anche un tempo per un loro equilibrio? Forse sì!
A 70 anni?
La speranza è l’ultima a morire.

Un gioco teatrale dove gli attori sono narratori al tempo stesso, rendendo il racconto morbido e piacevole sempre in una dimensione tragicomica.
Non si tratta di un “amarcord” di un passato felice ma anzi,  l’intento è tracciare una biografia sentimentale di un’epoca storica.
Una discussione con passione ardente sull’amicizia, la Storia, l’amore, la società; un omaggio alla commedia italiana e in particolare al cinema di Ettore Scola sempre attento alla convivialità e all’analisi del particolare per il generale (tra i film di ispirazione: La Famiglia, La Terrazza, La Cena, Ballando, Ballando etc).

Dialoghi, monologhi, musiche, effetti scenici caratterizzano la forma di uno spettacolo un po’ pop e un po’ cult: il “CULTINPOP” 

 

“Il teatro deve comunque sempre trovare il compimento del rito.Per cui le sale devono essere piene, altrimenti che senso ha farlo?”
Tehodor Vladimir Chamcomsky

Tournée

Milano – Teatro Fontana, dal 16 al 19 aprile 2020
(in aggiornamento)